Il GiornaleOff

  • Home
  • /
  • Il GiornaleOff

LA RUBRICA: SOTTOMETTIMI


GiornaleOFF


Da dicembre SottoMettimi ha iniziato una collaborazione con il GiornaleOFF che ogni mese pubblica la rubrica omonima.

IlGiornaleOFF è un portale legato al quotidiano Il Giornale, sul quale pubblica una pagina ogni sabato, che si occupa di cultura in ogni suo aspetto. Lo slogan in apertura del portale è: “Gli artisti italiani come nessuno li racconta”.

E allora via con teatro, arte, fotografia, letteratura, saggistica, interviste a protagonisti del mondo dello spettacolo, rubriche dedicate all’attualità. Un occhio vigile su quanto di più interessante offre il panorama nazionale in fatto di cultura.

www.ilgiornaleoff.it


1.Articolo pubblicato su GiornaleOFF in data 10.11.16

 

SottoMettimi: quando la lana è una morbida carezza


 “Non tutti possono sapere con quale cura ogni passaggio viene seguito. Io sono stato fortunato perché ho vissuto e respirato la cultura di quell’eccellenza. Dai grandi maestri ed esperti della filatura italiana ho appreso le regole che distinguono i migliori”, spiega Luigi Perna, titolare di SottoMettimi, marchio di maglieria di singolarità. Nato solo due anni fa, già si è imposto all’attenzione dei compratori per la qualità dei filati, i colori forti, allegri, e una distribuzione mirata. Partito dall’Italia – per l’esattezza dalla Val Sesia e dal Biellese, zone forti per il trattamento e la trasformazione delle fibre nobili – si appresta a conquistare il mondo, anche grazie a un rapporto prezzo-qualità difficile a trovarsi.
Luigi Perna, dopo una ventennale esperienza di collaborazioni e consulenze e munito di profondo knowhow, con SottoMettimi, nome sbarazzino che sta a indicare maglie maschili e femminili caldissime, ma talmente leggere che si possono indossare anche sotto la giacca, ha scelto un percorso del tutto nuovo.
A partire dal materiale scelto: lana merino extra fine con trattamento EXP. Del tutto naturale, leggera, traspirante, anallergica, calda, isolante e comoda: la si indossa in ogni stagione e la si può lavare tranquillamente in lavatrice. Capi per donna e per uomo che hanno la grazia leggera del cachemire, ma si possono trattare con più noncuranza, nonostante abbiano classe da vendere. Un tipo di maglieria di alta qualità, di tendenza, ma anche con performance funzionali difficili da trovare in un capo di lusso.
Perna ha studiato per anni il suo progetto, del resto, spiega, “la serieta’ di un’azienda si misura non solo con i successi, ma soprattutto con l’affermazione dei propri valori etici. Quelli emergono soltanto se decidi e riesci ad essere riferimento di cultura, tecnologia, qualità”. In SottoMettimi troviamo insomma la migliore tradizione artigianale italiana coniugata alla ricerca e all’innovazione, ovviamente con un occhio di riguardo per la moda e le ultime tendenze. I maglioni si indossano e ci si sente accarezzati, avvolti da un leggero tepore. Sono tessuti dall’esperienza e dalla passione per il proprio lavoro: “penso al modo per fare bene. Mi interrogo sulle esigenze delle persone e le trasformo in caratteristiche inimitabili, sviluppate ed ottenute in collaborazione con i leader nella produzione dei filati e con chi vuole innovare“. Fare bene e con amore è già un grande successo, ma riuscire è meglio. E SottoMettimi, con lo stile inconfondibile e moderno del gusto italiano, lo sta dimostrando affermandosi con forza fin dalle prime collezioni.


  1. Articolo pubblicato su GiornaleOFF in data 07.12.16

 

SottoMettimi con calore


Una carezza sulla spalla, leggera, che scende poi lungo la curva della schiena e ti avvolge in un abbraccio indimenticabile. Calore lieve, un alito tiepido che sfiora la pelle lambendo il busto con inusitata dolcezza. Se non è amore questo, cos’altro è? SottoMettimi è sentimento che si fa sensuale carezza. Senza dirlo, passando direttamente ai fatti. Del resto il produttore di questo marchio, emergente di maglieria con passione e profonda dedizione alle fibre tessili nobili, ha scelto la lana merino EXTRAFINO per donare alle persone che ama “un elevato grado di benessere mentre vestono un capo fatto di questa lana”.
Esistono molti modi di amare e di sentirsi amati, per esempio indossando un maglione leggero, che tuttavia tiene al caldo in inverno e al fresco d’estate. Perché la lana di merino è una qualità particolarmente pregiata che si distingue perché più sottile, morbida e confortevole, inoltre le sue fibre molto arricciate trattengono il calore, proteggendo sia dal freddo sia dal caldo intenso.
“Il merino extra fine è un naturale termoregolatore”, spiega il patron di SottoMettimi, Luigi Perna, “ha la migliore traspirabilità al mondo, ma l’amore verso chi mi circonda mi spingeva sempre più in là perché le esigenze cambiano, così ho voluto creare un prodotto moda camaleontico, ho voluto proteggere le persone vestendole con classe”. Il Merino, infatti, con la sua straordinaria sofficità si presta a infinite elaborazioni di moda. È “mutevole”, cioè si adegua alle condizioni climatiche, inoltre è del tutto anallergica. SottoMettimi per le sue creazioni fashion, in cui design e colore hanno somma importanza, ha scelto produttori con una ferrea disciplina etica in tutto il ciclo di trasformazione. L’attenzione alla provenienza della lana certificata e monitorata presso gli allevamenti è massima. Il risultato si vede: le maglie SottoMettimi sono una carezza per il corpo e per il cuore. Puro amore da indossare disinvolti e comodi, a proprio agio in ogni contesto e situazione.


  1. Articolo pubblicato su GiornaleOFF in data 20.12.16

 

SottoMettimi dà una mano alla cultura


Il primo a capirlo è stato D’Annunzio. Quando conia la parola Rinascente per l’omonimo grande magazzino a Milano, annoda le sorti dell’imprenditoria a quelle della cultura. Un binomio vincente troppo trascurato in Italia. Ma qualcosa sta cambiando. Alcuni marchi lasciano la pubblicità classica e si orientano verso il Product Placement, il marketing negli spazi culturali.
Pensate a Brunello Cucinelli, il re del cachemire, che dopo il terremoto si è offerto di ricostruire la Cattedrale di San Benedetto a Norcia. Ottenendo un potente ritorno d’immagine. Ecco altri esempi: la rassegna Manzoni Cultura è sponsorizzata da UNIC, l’Unione Nazionale Industria Conciaria, una delle maggiori associazioni mondiali nel settore, e da Elior, gruppo leader nella ristorazione collettiva.
Da poco a sostenere ilGiornaleOFF è arrivato un marchio emergente di maglieria, SottoMettimi, che ha scelto di farsi conoscere attraverso il nostro portale. Raccontandosi in uno storytelling a puntate, a partire dalla scelta di una lana di pregio, il Merino, per creare collezioni di gran classe. La pubblicità ha pur sempre un’anima, purché la usi per sostenere la civiltà. Insomma: finalmente ci SottoMettiamo alla cultura.

Guarda l’Articolo


  1. Articolo pubblicato su GiornaleOFF in data 05.01.17

 

SottoMettimi nelle settimane della Moda


SottoMettimi è in partenza. Il brand di maglieria d’alta classe lanciato da Luigi Perna un paio di anni fa presenta la sua nuova collezione autunno/inverno nelle ravvicinatissime Fashion Weeks internazionali, volando da Berlino a Düsseldorf, da Monaco a Milano, da Zurigo a Parigi. Un carosello viaggiante per presentare al pubblico le novità della stagione 2017-2018 in meno di tre mesi. Tra gennaio, febbraio e marzo si consuma infatti il “rito” laico delle settimane della moda, in cui le capitali si trasformano in un brulicare di buyers, belle donne, celebrities e abiti da sogno. A Milano, che di questo rito itinerante è palcoscenico di prima grandezza, la pregiata laneria SottoMettimi sarà presentata presso lo Showroom XxSTUDIO Italy, in via Uberti 6.
Se il tocco leggero e morbido della lana merino resta il tratto distintivo primario di una collezione in cui colore e design restituiscono un guardaroba donna/uomo sospeso tra tradizione e innovazione, la parola chiave è UPGRADE. Da tradursi in una collezione eclettica, contemporanea, che si materializza in capi realizzati con precise geometrie di stile.
Largo dunque alle righe, ai rombi, al bicolore. Rosso fuoco che accende insospettabilmente di fasce orizzontali un classico beige nel popolare maglione a collo alto. Bianco purissimo per il classico maglione a V dalla generosa scollatura. Golfini sagomati molto femminili, impreziositi da una fantasia a rombi che spezza la monotonia del grigio. E ancora, cappe dal vago sapore anni ’50, rinnovate nel design e in un colore assoluto che osa: il bianco. Che apre a una scelta di colori allegri, dalla gioia tutta primaverile, che spazia dal giallo all’arancio, passando per il tenero glicine e il rosso passionale, per approdare infine al rigore senza tempo del nero. Le lancette corrono, è ora di partire: le maglie di SottoMettimi non si fanno trovare impreparate e arrivano puntuali alla campagna vendite fashion per l’inverno.


  1. Articolo pubblicato su GiornaleOFF in data 06.02.17

 

Colori e forme di un tour europeo di successo


Il piacere di indossare le maglie di SottoMettimi sta facendo il giro d’Europa. Le passerelle e ilgiornaleOFF stanno portando fortuna a Luigi Perna, il decano delle fibre nobili, in particolar modo del merino, caldo e leggero come una piuma. Proprio in questi giorni i capi del marchio nato solo due anni fa campeggiano nelle vetrine delle migliori boutiques di Berlino, Monaco di Baviera, Colonia, Vienna, Linz, Friburgo, Locarno, Basilea e tante altre belle località del centro Europa. Oltre a, naturalmente, i migliori punti vendita nazionali. Per restare in Italia, dove SottoMettimi è presente in quasi tutte le città, segnaliamo le boutiques Quattro La Tenda in via Solferino a Milano e Gallery di Forte dei Marmi (l’elenco completo lo trovate sul sito).

Siamo agli ultimi sprazzi di gelo, ma è già giunto il turno della collezione primavera 2017: un tripudio di colori vivaci per maglie e maglioni da uomo e da donna in verità indossabili tutto l’anno, nelle fresche sere d’estate così come d’inverno, viste le proprietà eclettiche del materiale, che si adatta alle Stores-Page temperature più varie rendendo comunque stabile il benessere di chi lo indossa.

Ma chi sceglie i capi di SottoMettimi? Vale la pena chiederselo. Chi esige qualità e design moderno, ma senza esagerare. Lo scopo del fondatore era “imporsi con una maglieria che calzi perfettamente in ogni luogo e per ogni persona”, eppure un target c’è. Formato da quelli che vogliono il meglio, ma non amano strafare con firme strillate dai prezzi stellari. Non perché non possano permetterselo, ma perché il meglio – almeno in Italia – si può trovare anche tra i nuovi marchi emergenti, attenti al bello e al design, alla lavorazione e alle necessità di chi compra, ma non desidera somigliare ad altri che a se stesso.

Un pubblico colto insomma, che non intende omologarsi a chi dichiara vestendosi uno status socio economico, ma non sempre buon gusto. Ecco: SottoMettimi produce maglieria di gran classe. Per chi ancora sa cos’è, indipendentemente dall’età, ma non certo dalla capacità di riconoscere un maglione d’eccellenza.


  1. Articolo pubblicato su GiornaleOFF in data 02.03.17

 

Il “Ritorno alla natura” per garantire la qualità


Ritorniamo nel Giardino dell’Eden. All’amore di Adamo ed Eva, alla loro innocente nudità. Immaginiamo che non debbano andarsene dal paradiso in cui nulla è peccato, neanche fare l’amore. E poi pensiamo a cosa andrebbe bene per loro, se un giorno facesse freddo e la foglia di fico non bastasse più. Ecco: forse le maglie di Sottomettimi farebbero al caso loro. Soprattutto nel marzo imprevedibile, talvolta intiepidito dai primi caldi, altre rinfrescato dalla brezza. È primavera e i maglioni di Sottomettimi vanno benissimo per Adamo ed Eva, ma anche per noi che il paradiso non lo abbiamo mai visto.

Possiamo però immaginarlo alla Boutique di tendenza La Tenda, in via Solferino a Milano, dove il marchio di maglieria d’eccellenza presenta un evento all’interno di un ciclo di manifestazioni intitolate Ritorno alla Natura, in cui moda e arte si intrecciano in un percorso etico di rispetto per la vita, quindi per il verde, per gli animali e per se stessi. Proprio nel rispetto della natura e nel desiderio di tornare a uno stile di vita più lento e pieno, SottoMettimi propone una maglieria naturale, la leggerissima lana merino. Il singolare progetto Merino Wool Extrafine – la Rilettura è gestito attraverso tecniche ecosostenibili nel massimo rispetto dell’ambiente (EXP) e dell’animale (No mulesing, ossia senza violenza sull’animale). La natura prima di tutto insomma, per un rispetto di ciò che vive fatto di amore.

Nella confusione dei nostri tempi, in cui l’offerta è enorme e tutti smaniano per portarsi a casa qualcosa di originale a tutti i costi, con SottoMettimi va in scena l’originalità vera, in cui la lavorazione della lana ha la sostanza e lo stile del miglior artigiano italiano. La maglieria Sottomettimi dona il piacere tattile, regala emozioni piacevoli all’insegna della moda etica. Inoltre, leggerissime, queste maglie vanno bene tutto l’anno, e la primavera è la stagione più indicata per i suoi colori allegri e spensierati.

Il fondatore, Luigi Perna, il 23 marzo vi aspetta alla Boutique La Tenda di via Solferino dove, con il team di scenografi e artisti United Artists, propone un’immaginaria aristocratica dei primi del ‘900. Da uno sfondo tappezzato da giornali provenienti da tutto il mondo, dal New York Times al Washington Post, ai quotidiani asiatici ed europei, emerge un manichino dalla gonna importante, una gonna “d’arte”. Mentre il busto della signora è abbigliato da SottoMettimi e nessun marchio sarebbe stato più indicato.


7.Articolo pubblicato su GiornaleOFF in data 03.04.17

 

SottoMettimi? Per chi ama. L’amore di un marchio per i suoi clienti


Se volessimo trovare uno slogan, forse sarebbe: “SottoMettimi è per chi ama”. Nella più vasta accezione del verbo amare. Amare se stessi, perciò trattarsi bene con capi di maglieria naturali e carezzevoli. Amare per essere amati, nel desiderio di apprezzare i piaceri della vita con chi condivide le nostre stesse priorità. Un amore speciale, per pochi eletti. SottoMettimi è un brand di nicchia per una clientela e una distribuzione di nicchia (le boutique in cui trovare i capi del brand sono elencate nel sito http://www.sottomettimi.it/). SottoMettimi cerca alleati anche tra i rivenditori, i quali devono sposare la sua stessa filosofia amorevole nei confronti del cliente, ma anche della natura.
Così come sta accadendo, per esempio, con la Boutique La Tenda di Via Solferino a Milano, dove il marchio di maglieria d’eccellenza è presentato all’interno della manifestazione Back To Nature, in un intreccio tra moda e arte dedicato all’amore per gli animali e per il verde. Niente di più indicato per il brand di Luigi Perna, i cui capi in leggerissima e calda lana merino sono realizzati attraverso tecniche ecosostenibili ed escludendo qualsiasi forma di violenza sull’animale.
L’obiettivo è raggiungere chi ha la sensibilità di sposare le istanze etiche di un marchio ispirato a una filosofia di vita precisa, in cui produzione, eco-sostenibilità, produzione, vendita, packaging, in pratica l’intera filiera, esprimono affetto e fedeltà nei confronti del consumatore e rispetto per la vita. Le esigenze e i bisogni di chi indossa un capo SottoMettimi sono al primo posto. Maglie fatte da chi ama per gente che ama insomma, e le boutiques che vendono questo brand di nicchia, studiato per pochi, devono essere in armonia con l’intera filosofia del gruppo.


  1. Articolo pubblicato su GiornaleOFF in data 02.05.17

 

SottoMettimi: una primavera ammiccante in cachemire-seta


La parola d’ordine è sensualità. Non ostentata, semmai sussurrata, com’è nello stile della maglieria SottoMettimi. La collezione primavera-estate ai tradizionali capi in merino accosta due classici senza tempo: la seta e il cachemire. La Capsule SETA CACHEMIRE è fatta di maglie lucenti e sottili al limite della trasparenza, sviluppate in una delicata gamma colori pastello dove eleganza e raffinatezza si coniugano in un mix di irresistibile femminilità.
La palette incontra il gusto delle amanti della tradizione con gli intramontabili bianco e nero; per le più sbarazzine, pronte a brillanti serate estive, arrivano il color “sole” e il color “mare”, in attesa di birichine serate sulla spiaggia. E poi rosa, glicine, menta, arancio, cedro, fragola, in una tavola di frutti e fiori che per una volta sono da indossare.

Ma veniamo alla composizione. La combinazione Seta-Cachemire, ricavata da sapienti filatori italiani, leader mondiali nella trasformazione di fibre preziose e naturali, conferisce raffinatezza e straordinaria leggerezza ai capi: ciascun filo di seta utilizzato, infatti, ha lo spessore di un decimo di capello. Fatti per l’85% seta e il 15% di cachemire, grazie quest’ultimo oltre alla leggerezza al limite dell’impalpabile si aggiunge ai capi una mano vellutata, perché il cachemire addolcisce e ammorbidisce la linea della maglia. Due regine delle fibre per soli otto capi: a livello di design, la capsule della seta è caratterizzata dai bottoni, che talora ammiccano all’altro sesso, per esempio in un modello in cui i bottoni si adagiano sui fianchi e in un cardigan rigorosamente nero, da sera, che si slaccia completamente. Per osare con l’immaginazione, e forse non solo con quella…


9.Articolo pubblicato su GiornaleOFF in data 30.05.17

 

SottoMettimi a primavera: discrezione e colori a volontà


Troppo facile a dirsi? Ebbene, lo diciamo comunque: “La moda passa, lo stile resta”. Sulle tracce di uno stile inconfondibile SottoMettimi si avvia a presentare, da fine giugno, la Collezione Primavera-Estate 2018. “Cerco di produrre un tipo di maglieria raffinata che si faccia notare per eleganza e dettagli fashion di tendenza senza mai ostentare”, spiega Luigi Perna, il titolare. SottoMettimi, brand nuovo e innovativo, si propone di diventare un punto di riferimento per clientele esigenti e attente al rispetto ambientale, nelle boutique europee e mondiali.

Nella nostra rubrica abbiamo già scritto dei principi produttivi eco-sostenibili del brand e dei filati d’eccellenza, lana merino e seta, in un connubio di frusciante leggerezza.
Resta da soffermarsi sul design, che tratteggia un look easy-dress & no season: in parole povere capi di maglieria facili da indossare e adatti a tutte le stagioni, dai rigori dell’inverno alle fresche sere d’estate. In ogni collezione SottoMettimi è facile cogliere la continuità della filosofia del brand, è chiaro l’intento di dare riferimenti ben identificativi a chi sceglie questo stile di vita: la riscoperta della semplicità, la voglia di sicurezza in un contesto di insicurezza generale, il buon gusto. Valori che attraverso il modo di apparire vogliono trasferirsi nel modo di essere, quasi a sfatare il detto che l’apparenza inganna.
I volumi dei capi sono uno dei punti di forza del marchio, proprio per facilitare chi vuole sentirsi a proprio agio in ogni occasione, i dettagli sono sempre femminili e discretamente sensuali. Capi eclettici nella quotidianità caratterizzati da trend di colori che possono essere tratti dall’estro fantasioso di elementi che vengono dapprima immagazzinati e poi sprigionati, oppure esplicita espressione della realtà o ancora memorizzati da sfumature che attraversano i nostri sogni, per un messaggio di personalità autentica e sognante quanto occorre.

Spiega Perna: “Per soddisfare i bisogni emotivi degli acquirenti, individuo e personalizzo le tendenze, abbino i colori della natura a quelli che colgo ad esempio nei teatri, negli stadi, sui mezzi di trasporto, nei nuovi stili di arredo e nelle nuove architetture che si confondono con quelle del passato”. Informazioni visive che si traducono in palette estremamente varie e ricche di nuances introvabili altrove.


  1. Articolo pubblicato su GiornaleOFF in data 30.06.17

 

L’Amore nelle morbide trame di SottoMettimi


Stando a un vecchio adagio, ci sono due modi per conoscere bene una persona: lavorarci insieme o farci l’amore. I popolani, anche se ignoranti, spesso centravano il nocciolo della questione, non c’è che dire. E fanno pensare a un connubio che ha dell’improbabile fino a un certo punto: quello tra la passione e il lavoro.

Abbiamo scritto altre volte, su OFF, delle maglie prodotte dal marchio SottoMettimi, della loro impalpabile leggerezza, del calore che abbraccia il corpo come una nuvola impalpabile; e ancora dei filati, merino extrafine lavorato con metodi ecologici rispettosi della natura, animali compresi. Una tenerezza rivolta alle creature più deboli, destinate da sempre a essere vittime degli uomini, ma non di quelli che lavorano per SottoMettimi. Se non è amore questo, cos’è?

Così come chi scrive mette anima e testa in quel che redige, Luigi Perna, l’imprenditore che ha creato il brand dal nulla nel 2014, segue la lavorazione nei minimi dettagli con passione. Non a caso, indossando un suo capo si ha l’impressione di essere abbracciati da un tenero amante prodigo di carezze. Da un gentiluomo che nella brutta stagione se hai freddo ti offre la giacca.

Si chiede Perna: “Cos’è la passione per le cose che facciamo?”. Una forma di amore universale – risponde a se stesso – destinata a investire la sfera professionale, se si ha la fortuna di svolgere un lavoro che amiamo. Perna questa fortuna l’ha creata con le sue stesse mani credendo nella qualità e nell’etica e i risultati si vedono, si toccano, si indossano con piacere. La collezione primavera/estate ha avuto successo nelle fiere internazionali e dalle migliori boutique italiane si diffondono in Europa. Come a dire, l’amore può essere intessuto di una trama sottile, che tuttavia sopporta il freddo e tollera il caldo, riparando dalle tormente della vita così come dalle brezze estive.